Skip to Main content Skip to Navigation
Other publications

La poesia di Marco Simonelli: tra pop culture e lirica del desiderio Scritto da Yannick Gouchan

Résumé : Nato alla fine degli anni " 70, il poeta fiorentino Marco Simonelli si è largamente ispirato alla pop culture degli ultimi due decenni del Novecento e questo implica, nella sua scrittura, un " acuta sensibilità ai fenomeni generati dalla mediatizzazione nonché un " attenzione portata ai riferimenti cinematografici e musicali italiani, americanizzati e poi globalizzati. Né va tralasciato il fatto che la sua poesia si cimenti nell " affermazione libera e immaginifica dell " identità sessuale. Autore di ben nove libri di versi e numerosi collaborazioni a performance vocali, l " esordio di Simonelli si verificò nel 1998 – aveva solo 19 anni – con un poemetto intitolato Memorie di un casamento ferroviere del " 66[1], ambientato nella Firenze martoriata dall " alluvione. L " anno seguente pubblicò la plaquette Notturno per grondaia e fili di luce[2], poi nel 2004 uscì un " opera di confessione insieme manierista ed espressionista, il poemetto dedicato al martirio di San Sebastiano, un trittico destinato ad essere recitato[3]. Ma fu la raccolta Palinsesti[4] a segnare un prima svolta importante nella carriera del giovane autore. In questo libro egli rivisita, con un " allegra sovrapposizione di riferimenti pop e un " ansia di riciclaggio che oscilla tra l " ironico e il tragico, la cultura di una generazione che conobbe l " adolescenza alla fine del secolo XX. Dagli anni 2000 il poeta ha proposto un " opera esigente, sia dal punto di vista stilistico che metrico, intenta ad esplorare il rapporto complesso fra il sentimento d " amore (omosessuale) – vissuto in prima persona – e l " evolversi della società italiana. La splendida corona di sonetti elisabettiani Will[5] registra le pulsioni di un corpo e di un " anima in preda ai tormenti della passione effimera anticipatrice dell " unione in coppia, mentre i poemetti de L " estate sta finendo[6] propongono il racconto in versi di una scoperta intima adolescenziale. L " autore ebbe anche il privilegio di figurare nell " undicesimo quaderno della collana Poesia contemporanea di Marcos y Marcos, a cura di Franco Buffoni, nel 2012, con le poesie di Firenze-Mare[7]. Lo stesso anno Simonelli fu antologizzato come esponente ipercontemporaneo nella raccolta Le parole tra gli uomini con testi di poeti italiani omosessuali[8]. Più di un decennio di attività poetica è stato riassunto e antologizzato nel libro Poesie d " amore splatter[9], nel cui titolo ben si esplicano i due poli della scrittura di Simonelli: i meandri della lirica amorosa e la pop culture desunta dall " iconografia del cinema horror destinata alla recitazione poetica.
Document type :
Other publications
Complete list of metadatas

Cited literature [8 references]  Display  Hide  Download

https://hal-amu.archives-ouvertes.fr/hal-01708100
Contributor : Yannick Gouchan <>
Submitted on : Tuesday, February 13, 2018 - 12:38:03 PM
Last modification on : Saturday, February 17, 2018 - 1:22:21 AM
Long-term archiving on: : Tuesday, May 8, 2018 - 12:35:31 AM

File

La poesia di Marco Simonelli.p...
Files produced by the author(s)

Identifiers

  • HAL Id : hal-01708100, version 1

Collections

Citation

Yannick Gouchan. La poesia di Marco Simonelli: tra pop culture e lirica del desiderio Scritto da Yannick Gouchan. 2017. ⟨hal-01708100⟩

Share

Metrics

Record views

61

Files downloads

66