Skip to Main content Skip to Navigation
Journal articles

‘Le letture ebraiche di Primo Levi’

Résumé : Fu attraverso il suo tremendo internamento ad Auschwitz che Primo Levi, ebreo occidentale assimilato, prese veramente contatto con la propria identità ebraica. Al suo ritorno dal lager, egli trasformò l’offesa della discriminazione antisemita in esperienza da sublimare e da cui trarre i dovuti insegnamenti. A partire dalla sua terribile esperienza, Levi scelse di adottare una nuova cultura, una nuova coscienza, e la sua nuova identità ebraica, all’inizio imposta, divenne una vera fonte di ricchezza culturale, filosofica ed esistenziale. S’interessò allora alla letteratura ebraica insieme liturgica e profana nella quale cercò e trovò più volte risposte alle sue angosce più profonde.
Document type :
Journal articles
Complete list of metadatas

Cited literature [9 references]  Display  Hide  Download

https://hal-amu.archives-ouvertes.fr/hal-01432002
Contributor : Sophie Nezri-Dufour <>
Submitted on : Wednesday, January 11, 2017 - 2:10:07 PM
Last modification on : Thursday, March 5, 2020 - 6:59:19 PM
Long-term archiving on: : Friday, April 14, 2017 - 2:20:40 PM

File

article.pdf
Publisher files allowed on an open archive

Identifiers

  • HAL Id : hal-01432002, version 1

Collections

Citation

Sophie Nezri-Dufour. ‘Le letture ebraiche di Primo Levi’. Italianistica ultraiectina, 2014, Ricercare le radici. Primo Levi lettore Lettori di Primo Levi. Nuovi studi su Primo Levi, 8, pp.21-28. ⟨hal-01432002⟩

Share

Metrics

Record views

80

Files downloads

411